Ferrari, i compensi di Elkann e del cda vanno in solidarietà

Ferrari: i membri del cda devolvono i compensi a favore della comunità modenese. Il presidente John Elkann, l’amministratore delegato assieme agli altri membri del consiglio di amministrazione hanno scelto di rinunciare fino alla fine del 2020 ai propri compensi per sostenere le comunità locali nelle spese causate dall’emergenza sanitaria. E’ di 2 milioni di euro messa in campo che sarà destinata a finanziare una serie di iniziative in particolare a Maranello, Fiorano e Formigine.

Una parte dei finanziamenti è destinato all’acquisto di test e attrezzature per la diagnosi del Covid-19 destinati al Policlinico di Modena, agli ospedali di Baggiovara e di Sassuolo. E’ stata poi donata un’auto medica all’Azienda USL di Modena, e sarà collocata presso l’AVAP (Associazioni Volontari Assistenza Pubblica) di Maranello per il Servizio di emergenza territoriale. Ferrari ha provveduto anche all’acquisto di materiale informatico per le scuole: notebook, tablet e modem portatili che consentiranno agli istituti di istruzione primaria e secondaria di primo grado delle tre città un efficiente programma di lezioni online, che è diventata la modalità di insegnamento primaria durante la crisi. Il materiale informatico resterà  in dotazione delle scuole anche dopo la loro riapertura.

Infine è stato previsto un contributo per i buoni spesa e l’acquisto di beni di prima necessità per famiglie in difficoltà a causa dell’emergenza a Maranello.